Pagine

Pagine

giovedì 25 agosto 2016

RECENSIONE: Un disastro chiamato amore


TITOLO: Un disastro chiamato amore

AUTORE: Chiara Giacobelli

EDITORE : leggereditore

COLLANA: Narrativa

PUBBLICATO : 14/07/2016

PAGINE: 330

PREZZO: €14,90





TRAMA

Francese con un lavoro a Parigi e un appartamentino a Montmartre, Vivienne Vuloir è una ragazza buffa e imbranata che colleziona una figuraccia dopo l'altra, fa i conti con una fallimentare carriera di scrittrice e soffre di un numero indefinito di fobie. A trent'anni ha dimenticato il sapore di un bacio, si è adattata a essere identificata come "quella che si occupa di gossip" ma soprattutto ha perso completamente fiducia nel genere umano, specialmente se maschile. Quando un giorno riceve un'inattesa telefonata da un certo Mr Lennyster, figlio di un'importante attrice italiana su cui ha da poco redatto un dossier, è certa di stare per subire una grossa lavata di capo. Invece, l'uomo vuole commissionarle la biografia della madre. Così, ben presto Vivienne si troverà a dover affrontare un'avventura a cui non è affatto preparata: un viaggio in Italia, un libro da scrivere, un uomo affascinante, dolce ma oscuro, e una villa piena di misteri da risolvere. Tra gaffe, tentativi maldestri di carpire i segreti della famiglia Lennyster, amori e altre catastrofi, Vivienne, inguaribile pessimista, capirà che la vita le sta per riservare una sorpresa inaspettata...

RECENSIONE

Lei: Vivienne Vuloir, ragazza francese di trent’anni, vive a Parigi, ha una carriera fallimentare come scrittrice, segno particolare soffre di un numero infinito di fobie, tant’è che ha fatto della Xamamina la sua migliore amica.

Lui: Alex Lennyster, figlio di una nota attrice italiana Elisabetta Grimaldi, alto, moro, fisicato e due occhi blu che manderebbero in tilt il cervello di qualsiasi donna.

Allora, come iniziare questa recensione? Avete presente il classico modello della principessa Disney? Tutte bellissime, tutte eleganti, con classe innata? Bene!! Dimenticatele…… La protagonista di questo romanzo ricorda di più Genoveffa, la sorellastra di Cenerentola. E sapete una cosa?? Finalmenteeeeeee una sfigata come noi povere ragazze normali!

Vivienne non crede più nell’ amore, nella felicità, nel genere umano e soprattutto in quello maschile. Appassionata di cinema, nello specifico della commedia italiana, sogna di diventare una scrittrice affermata, anche se al momento deve accontentarsi di essere identificata come la “regina del gossip” perché è proprio di questo che si occupa, lei che odia stare al centro del l’attenzione, è costretta dalla rivista per cui lavora a partecipare a qualsiasi evento mondano e non lasciarsi sfuggire un pettegolezzo, nella speranza di fare il salto di qualità e poter fare della sua passione il suo mestiere.
E questa possibilità sembra arrivare quando viene contattata da Mr. Lennyster, figlio di Elisabetta Grimaldi, una delle sue attrici preferite sulla quale ha recentemente pubblicato un articolo, che rimasto colpito dall’interesse mostrato da Vivienne la invita a trascorrere un periodo in Italia per scrivere la biografia della madre, reputandola la persona maggiormente indicata. Per fare tutto ciò però lei dovrà trasferisci da Parigi in Liguria, nella villa di famiglia dove viveva l’attrice.

Arrivata a villa Lennyster, Vivienne crede di dover avere a che fare con un distinto uomo di mezza età, ricco da far paura, snob e con la puzza sotto il naso, infatti sarà proprio questa sua convinzione a farle pensare che Alex sia il giardiniere. E che ‘giardiniere’, un giardiniere così chi non lo vorrebbe a casa? Oltre al lato estetico sapete cosa mi ha incantata di più di quest’ uomo? La sua bellezza interiore, la sua bontà d’animo, la sua capacità di trasformare i difetti in particolarità che rendono unica una persona! Impossibile non innamorarsi di lui. Per non parlare del fatto che lui ha una pazienza infinita…. Soprattutto con una come Vivienne….

Inizia così un grande avventura, segreti di famiglia, sfigaggini, incidenti assurdi, che vedranno la nostra protagonista più volte nella sala d’aspetto del pronto soccorso…… ma niente di grave tranquilli! ;)

In questo romanzo, parte fondamentale li fanno i segreti, e saranno proprio questi a portare Vivienne a creare una società investigativa con Marco, autista e tuttofare della villa, diventeranno gli Sherlock Holmes e Watson della situazione. Indagheranno e scopriranno cose, alcune delle quali riguardano una strana presenza nella villa….

Ah giusto non vi ho parlato di lei, una strana ragazza, silenziosa, che nella maggior parte del tempo sta chiusa in camera sua, e che ha una sorta di legame morboso con Alex. Ragione per cui la nostra Vivienne si ritroverà ad essere gelosa…. Siete curiosi eh? Beh non posso dirvi altro!! Dovete leggerlo…… Vi posso solo anticipare che vorrete un seguito.

È un romanzo, allegro, frizzante e divertente! Alcune scene ce l’ho ancora impresse a distanza di giorni. Lo consiglio, soprattutto in questo periodo di vacanza, una lettura molto fluida, niente di impegnativo. Anzi ci guadagnerete delle grasse risate.

Alla prossima……

Baci
Eleonora

Nessun commento:

Posta un commento