Pagine

Pagine

martedì 31 maggio 2016

RECENSIONE: A fior di pelle (A pound of Flesh)

TITOLO: A fior di pelle

AUTORE: Sophie Jackson

EDITORE: Fabbri

COLLANA: Fabbri Life

PUBBLICATO: 11/06/2015

PAGINE: 452

PREZZO: €15,90











TRAMA

Dopo aver assistito all'omicidio di suo padre quando era solo una bambina, Kat da anni sogna il misterioso ragazzo che l'ha salvata dal fare la stessa fine. Ora, a 24 anni, Kat insegna letteratura inglese in un carcere di New York per onorare la memoria del padre, un sognatore prestato alla politica. Tra i detenuti c'è Wes Carter, un ragazzo dal passato difficile, bello quanto pericoloso, misterioso e brillante, amante dei libri e della musica eppure così impulsivo da mettersi costantemente nei guai. Tra loro cominciano a esserci scintille: ma Kat scopre presto che dietro le continue provocazioni di Carter, dietro quell'aria rude e quei modi bruschi c'è molto di più. E a rendere il loro rapporto ogni giorno più difficile è l'attrazione che esplode: immediata, intensa, fuori controllo. Ma la famiglia di Kat e i suoi amici potranno mai accettare l'idea che nella sua vita ci sia un "cattivo ragazzo" come Carter? E la scoperta del ruolo che ebbe Carter la notte della morte dei padre di Kat li costringerà ad allontanarsi o finirà per unirli ancora di più?

Nata su piattaforma on line, la serie "A pound of Flesh" è stata scaricata 4 milioni di volte e ha avuto 20 mila recensioni, prima di essere comprata all'asta da un editore americano per una cifra da capogiro. Ora è in corso di pubblicazione in 13 Paesi.

RECENSIONE

Mi concedo di iniziare con una piccola critica o meglio una cosa che a me non piace, il libro è narrato in terza persona. Questa cosa inizialmente mi ha un po’ turbata dato che preferisco i libri raccontati in prima persona, li trovo semplicemente più coinvolgenti. Seppur questo sia un aspetto molto importante per il lettore vi assicuro che dopo qualche capitolo, non l’ho trovato più così rilevante anzi, è proprio passato in secondo piano.
Sostanzialmente non è proprio un libricino, 450 pagine possono talvolta anche spaventare (“anche se non si giudica mai un libro dalla sua copertina/aspetto”) io posso assicurarvi che per me è finito troppo in fretta, se avessi avuto l’opportunità di scegliere sarebbe stato come minimo di 2000 pagine.  Ho trovato una storia piacevole e coinvolgente nella prima parte, più intensa e travolgente la seconda. I due protagonisti sono adorabili Kat dal lato suo è una ragazza perbene e Carter (seppure in fondo è un ragazzo perbene) di fatto è il suo opposto. Sono agli antipodi.
Ho trovato in qualche passaggio, che l’autrice sia stata un po’ scontata, talvolta ha fatto capire troppo evitando “l’effetto sorpresa” che però è riuscita ad ottenere in altre parti.
Ho apprezzato davvero molto la scrittura fluida di Sophie Jackson che assieme alla trama mi ha fatta innamorare di questo romanzo, facendomelo ahimè divorare.
Lo consiglio? Assolutamente sì, è una storia d’amore davvero molto bella che ha un lato umano sconvolgente. È adattissimo a coloro che vogliono lasciarsi trasportare in una favola, in un modo parallelo dove la vita non è tutta rose e fiori.
Attenzione però, non è propriamente un romanzo auto conclusivo anzi, è uscito in questi giorni il secondo volume “Nel tuo respiro” ma in questo volume muteranno i protagonisti continuando la storia. Rincontreremo Kat e Carter nel terzo volume.

Buona lettura

C

PS: non sono sicura che l’autrice sia a conoscenza del costo di una pochette di Hermes!

Nessun commento:

Posta un commento